Il mio amico Egami

Il mio amico Egami è morto

Dovrei continuare, secondo il suo desiderio, ad animare i giovani. Però sono stanco. Fisicamente sto bene, ma la sua morte mi ha debilitato e sono molto stanco. Adesso ho la sensazione di vivere in un grande vuoto. Non riuscirò a riprendermi da questa debolezza. Dovrei dire che cercherò di realizzare i sogni del mio amico, ma non posso. Le mie parole suonerebbero false. Non posso pronunciarle. Amico, fra poco verrò al tuo fianco e ricorderemo tutto quello che ci è successo fin dalla nostra giovinezza. Aspettami fino ad allora, d’accordo?

MOTONOBU HIRONISHI

Parole del Maestro Egami
Nella pratica, quando il vostro avversario sferra un colpo, voi dovete già essere in movimento. Dopo che lo avete visto muoversi è ormai troppo tardi, ed un falso movimento da parte vostra è inutile, perciò il colpo del vostro avversario è mortale. Cercate di muovervi simultaneamente col colpo; occorre sentire l’intenzione dell’ avversario. Per allenarsi a muoversi simultaneamente non è necessario usare la mente. Bisogna muoversi naturalmente, senza pensare, e concentrare il corpo e lo spirito sulla tecnica. Arriverà il giorno in cui vi concentrerete naturalmente, senza pensarlo. Quando avrete conseguito questa capacità riuscirete a muovervi contemporaneamente con i comandi.

SHIGERU EGAMI

Pubblicato in Approfondimenti, Blog. Link permanente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *